Faccia

La Chirurgia Ricostruttiva della Faccia interviene nel ripristino della morfologia somatica del volto che sia stato leso da eventi oncologici o traumatici (ustioni, incidenti automobilistici, incidenti sul lavoro).
Ad essa si ricorre altresì per intervenire su esiti di emiparesi faciale compensando le necessità dei diversi distretti della faccia colpiti dalla denervazione del nervo facciale.
Gli interventi sui tessuti molli sovente richiedono procedure maxillo-facciali anche finalizzandole al ripristino di una struttura scheletrica portante. Anche qui l'applicazione della Medicina/Chirurgia Rigenerativa con il ricorso a complessi staminali [ADSC e PRP] è in grado di operare una vera e propria straordinaria rigenerazione di tessuti e volumi.
Nulla più del volto è il biglietto da visita dell'individuo ed una faccia lesa ha un forte impatto sociale condizionante. Il ripristino di una fisionomia armonica riesce ad offrire un ritorno alla vita sociale molto più sereno e disinvolto.