Mammella

La Chirurgia Ricostruttiva della Mammella è finalizzata al ripristino di una seducevole forma del complesso mammario a seguito di gravose procedure oncologiche, ma anche di ustioni o post-traumatismi.
Le tecniche ricostruttive prevedono il ricorso sia a lembi di propri tessuti (TRAM) che l'impiego di skin-expander seguiti dall'impianto di protesi. Queste metodiche sono di ricorso obbligato ad esito di una demolizione particolarmente importante. Quando invece la procedura oncologica sia stata parzialmente mutilante il ricorso ad impianto diretto di protesi con modellamento o l'uso del Lipofilling, sono in grado di ripristinare una forma originaria.
Ogni procedura chirurgica ricostruttiva mammaria è ovviamente finalizzata ad un ripristino di simmetria bilanciata dell'intero decolleté. In virtù dell'elevato contenuto di cellule staminali [ADSC] nel tessuto adiposo, il Lipofilling opportunamente trattato nell'applicazione della Medicina/Chirurgia Rigenerativa può essere mutuato dalla Chirurgia Estetica rigenerando letteralmente tessuti e volumi; altrettanto questa metodica insieme alla PRP possono essere adoperate per la rivitalizzazione di regioni colpite da radiodermite a seguito di protratti ed eccessivi trattamenti radianti oncologici (altrettanta indicazione per gli stravasi di chemioterapici).
Nulla più di un decolleté ricostruito è in grado di offrire ad una donna la voglia di continuare la propria vita con un nuovo entusiasmo, sicura nella propria indeleta femminilità.